martedì 23 luglio 2013

Atlantic Rim

Fantascienza
2013
di Jared Cohn

Visto in INGLESE

Non potevamo che essere entusiasti di un film come questo, il quale pur non brillando per cafonaggini particolari non ci ha lasciato affatto delusi. Anche se per contrasto non potuto fare a meno di pensare a Transmorphers dato che, se con quel film avevamo la versione tarocca di un blockbuster robottonico dimmerda, qua invece abbiamo la versione tarocca di un blockbuster robottonico fatto bene, e che a sua volta non si prende troppo sul serio... per cui siamo di fronte a quello che un blockbuster si suppone sia, ovvero la versione più povera su tutta la linea di un film hollwodiano (quando invece troppo volte, come il sopraccitato caso di Michael Bay, la differenza sta giusto nel budget degli effetti speciali).

Detto questo, quel che ci ritroviamo davanti è quindi ovviamente una versione a budget ridotto di Pacific Rim: niente doppi piloti, solo uno a testa per i tre robottoni, che li pilotano indossando tutine da surf e controllati in remoto dalla solita base della marina degli Stati Uniti, con a capo un ufficiale che sembra la versione perennemente imbronciata del dottor Bob Kelso di Scrubs, un'assistente bona in abiti civili e un altro ufficiale incarognito (con la benda sull'occhio per toglierci ogni dubbio sulla sua cattiveria sin dalla prima inquadratura in cui appare). La trama, piana e semplice, riguarda chiaramente l'abbattimento dei mostri marini nasoni a opera dei tre Megazord (che a un certo punto giustamente tirano fuori anche spadoni e martelloni vari) e inframmezzata dalle solite situazioni del caso: insubordinazioni, triangoli amorosi fra i piloti, salvataggio di civili indifesi appartenenti a minoranze etniche, militare cattivo che vuole sganciare l'atomica su New York, gente in spiaggia che fotografa i mostri con lo smartphone per poi venire giustamente calpestati, la Statua della Libertà che va in pezzi etc.

Effetti speciali bonetti, nella norma, come nelle più recenti produzioni Asylum. Nessuna particolare boiata, perciò un godibile film a basso budget da guardarsi senza intenti eccessivamente autopunitivi. Come dicevo sopra siamo di fronte a uno dei pochi casi in cui il mockbuster un po' sfigura rispetto al rispettivo blockbuster... ma per una volta va bene così, godeteveli entrambi.

2 commenti:

  1. Ohhh finalmente è uscito!
    Il minimo che posso fare è vederlo

    RispondiElimina
  2. MA QUALE BUON FILM! è UNA MERDA TOTALE!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...